Translate

mercoledì 24 giugno 2015

I concorsi di bellezza: insane fiere!

Perchè una ragazza decide di partecipare a un qualsiasi concorso di bellezza?
In tanti si pongono questo quesito e sebbene io non abbia una certezza assoluta posso cercare di dare una risposta, raccontare con estrema sincerità la mia esperienza e spiegando le mie motivazioni.
Ciò che mi ha spinto verso quella " insana fiera" è stata sicuramente una profonda insicurezza. 
Uso il termine "fiera" perchè non ne trovo un altro più adatto a indicare ciò che ho visto peregrinando da un luogo all'altro dell'Italia e passando da una passerella all'altra in tanti concorsi di bellezza...
Non delle moderne fiere quelle che si vedono adesso belle e organizzate, quegli eventi mondani attesi da anno in anno, da questo modello siamo ben lontani! 
I concorsi di bellezza sembrano delle enormi "antiche fiere di animali" quelle dove i contadini e i pastori di un tempo portavano pecore, mucche, muli, capre e ogni sorta di animale...
Una volta si diceva che per verificare la qualità dell' animale e se lo stesso era abbastanza giovane da valere l'investimento occorreva controllare i denti: nei concorsi di bellezza si controllano le gambe e il livello di cellulite raggiunto!
Non dimenticherò mai quando in una selezione in Toscana uno degli organizzatori dopo aver scelto le fortunate ammesse alla prima fase del concorso disse "A tutte voi dico di mettervi a dieta e di fare un po' di sport. Ho visto troppa cellulite, prendete provvedimenti, altrimenti farò i nomi di quelle messe peggio...  Non mi costringete a farlo!"