Translate

giovedì 6 agosto 2015

Agenzie di collocamento dello spettacolo - Parte II

Durante gli anni ho bussato alla porta di tante agenzie, ma devo dire che abitando in una piccola realtà del Sud Italia le opportunità di riuscire nella più diffcile delle imprese sono davvero limitate.
Solo nel 2006 quando mi trasferii in una vera città ebbi finalmente l'occasione di conoscere alcune realtà che mi avvicinarono a quello che da sempre avevo sognato: il mondo dello spettacolo.
Armata di foto e di curricula artistici iniziai il mio pellegrinaggio per agenzie di collocamento dello spettacolo e alcune porte mi si aprirono in modo più o meno serio e soprattutto gratuito.
La prima che mi accolse fu una piccola agenzia non molto nota ma che forniva comparse e figuranti per diverse emittenti televisive, i compensi erano molto basi (solo 20 euro al giorno), ma per iniziare a conoscere qualcuno dell'ambiente era davvero l'ideale.
A volte fra gli iscritti si istaura una sorta di solidarietà e da alcuni colleghi riuscii ad avere nomi e indirizzi di tante altre agenzie, alcune delle quali molto famose e dedite al mondo del cinema.
Naturalmente non era facile lavorare, perchè sebbene i dirittori di alcune di esse fossero davvero delle persone oneste e leali, fra i vari agenti c'erano i soliti furbetti disposti a chiamare le persone o in base alla disponibilità a cedere parte del compenso o in base alla disponibilità di concedere prestazioni sessuali.
Ricordo di aver preso parte a produzioni nazionali e internazionali di film, fiction o semplici spot, ma di aver visto sempre lo stesso quadretto: ruoli di primo piano o inquadrature particolari all'interno delle riprese in cambio di mani infilate sotto le gonne o inviti a cene negli orari post lavorativi.
Mentre la gente comune riempiva i vuoti e appariva come delle macchie scure nelle inquadrature, le privilegiate affiancavano gli attori veri rimediando persino qualche battuta da recitare in una totale e imbarazzante inesperienza.
Ricordo davvero poche esperienze pulite in tutto il mio percorso di comparsa per cinema e televisione.
Potendole davvero contare sulle punte delle dita vorrei citare nomi e produzioni proprio per dimostrare che come in tutti gli ambiti esistono dei professionisti che si distinguono dai soliti cafoni-ciarlatani.
I professionisti rispondono al nome di Gabriele Muccino e Nanni Moretti, le produzioni sono rispettivamente quelle di "Baciami ancora" e di " Habemus Papam"
Mi trovai per caso su quei set, ma tutto fu trasparente, nessuna richiesta inopportuna, nessuna particolarità accordata, nessun attengiamento poco chiaro.
Sicuramente nel mondo delle spettacolo oltre a queste persone ce ne saranno altre altrettanto serie e altrettanto leali, io ho lavorato con tanta gente nella mia breve esperienza quadriennale, ma ho un buon ricordo solo di questi due grandi nomi del cinema italiano e ho un buon ricordo di tutti i loro collaboratori tutti consci di avere a che fare con persone vere, reali e non con pupazzi da poter usare e sfruttare in base alle proprie insane esigenze...