Translate

domenica 11 ottobre 2015

Roma: il sindaco e il popolo italiano

In una tranquilla domenica di ottobre una persona normale, dopo una settimana di intenso lavoro, cerca di riposare e di raggiungere il tanto atteso relax.
Stamattina mi sono alzata e come tutte le lavoratrici, ingiustamente sfruttate e sottopagate, ho cercato di godermi il mio giorno di riposo.
In questo momento sono sul divano e davanti a me ho un televisore acceso che vomita immagini provenienti da Roma, dove un insieme di persone (chiamiamole persone perchè mi sono ripromessa di non essere scurrile) manifesta davanti al comune in favore del sindaco Marino...
Mi chiedo se questa gente sia provvista di attività celebrale o meno.
Mi sto sforzando di pensare che abbiano dei defict mentali o un qualsiasi altro tipo di problema che impedisce al loro cervello (ammesso ne abbiano uno) di recepire ed elaborare le informazioni.
Non voglio pensare che il popolo italiano sia composto da gente talmente ottusa da non capire che quel signore che per un periodo di tempo (a mio avviso fin troppo lungo) ha guidato il comune capitolino usando a suo piacimento i fondi pubblici, ha sbagliato e per questo motivo deve essere rimosso dal suo incarico e deve essere allontanato dalla scena politica.
Non penso ci voglia una preparazione particolare per capire che ha speso 22.000 euro di fondi pubblici per fare un viaggio in America, a suo dire invogliato da un  fantomatico invito del Santo Padre. A parte che il nostro amato Papa ha smentito categoricamente questa sua affermazione, ma se proprio voleva fare questo viaggio, come mai non ha provveduto a pagarlo con il suo stipendio, non mi pare che percepisca un'inezia!
Lo stesso sindaco pare abbia rivendicato l'intenzione di restituire la cifra in questione e quindi forse in un attacco di onestà ha ammesso di aver sbagliato! Qualsiasi essere vivente dovrebbe essere in grado di capire che se fosse stato corretto spenderli, non ci sarebbe stato motivo di mostrare un benchè minimo pentimento!
Ho vissuto 4 anni a Roma dal 2006 al 2010. Sono tornata nella capitale più volte, ma mai come quest'anno l'ho trovata degradata e sporca.
Avete mai provato ad andare alla Stazione Termini in questi ultimi tempi?
E' decisamente impraticabile.
Il grado di degrado percepibile nei pressi della stazione è davvero sconvolgente.
Ho lavorato 2 anni in via Nazionale e andavo lì a piedi tutte le sere a prendere l'autobuso o la metro, non ho mai avuto timore di correre alcun pericolo, ora ho paura anche a passarci in pieno giorno!
La delinquenza ha raggiunto penso i massimi storici, di sporcizia meglio non parlarne!
Secondo le persone che stamattina erano lì vicine al loro sindaco (uso il termine "loro" erchè non voglio pensare che tutti i romani abbiano la stessa opinione), tutto questo è sinonimo di buona amministrazione?
Siamo diventati lo zimbello di Europa e del mondo intero.
Come ho già detto ieri, nel mondo civilizzato i rappresentanti politici che hanno addebitato una cifra seppur minima di spese personali ai conti pubblici (ricordiamo il caso inglese di un paio di sterline per l'acquisto di una scatoletta di cibo per gatti) sono stati rimossi dai loro incarichi e allontanati.
In Italia la gente scende in piazza per mostrare solidarietà e per sostenere azioni personali volte a ledere interessi pubblici, vi rendete conto della gravità della cosa?
Mi vergogno ancora una volta di essere italiana, perchè  purtroppo devo ammettere che il marcio dell'Italia non è solo nelle istituzioni, ma nella maggior parte delle persone che compongono questa nazione...
L'Italia non ha futuro e non lo avrà mai se l'ignoranza e la stupidità continueranno a dilagare fra la gente.
Un grande uomo di nome Albert Einstein disse "Due cose sono infinite:l'Universo e la stupidità umana, ma riguardo l'Universo ho ancora dei dubbi!"