Translate

domenica 15 novembre 2015

E se l'ISIS colpisse l'Italia?

Dopo gli avvenimenti francesi il clima di inquietudine cresce anche perchè, a quanto pare, uno dei prossimi obiettivi di questa follia chiamata ISIS è l'Italia...
Oggi guardando per l'ennesima volta le immagini delle stragi francesi pensavo a come le nostre forze armate e i nostri politici avrebbero trattato l'emergenza...
Credetemi, nonostante gli sforzi, avevo davanti solo la stessa immagine di fallimento totale su ogni fronte operativo!
Se in un paese come l'Italia le forze dell'ordine non sono capaci di catturare i latitanti che restano felicemente nelle proprie abitazioni, se non si riesce a smascherare i falsi invalidi che continuano a percepire pensioni d'oro per degli hanticap che non hanno mai avuto, se si permette ai potenti di godere di ogni sorta di privilegio ignorando le accuse a loro carico di falso in bilancio, peculato o molestie sessuali, come pretendiamo di poter fronteggiare una forza oscura chiamata ISIS?
Se a capo del nostro Governo abbiamo un Presidente del Consiglio il cui padre è indagato per bancarotta fraudolenta, cosa possiamo aspettarci?
Davvero pensate che qualcuno muoverà un dito se si presenterà un'emergenza in Italia?
I posti di lavoro vengono venduti ai migliori offerenti, le cariche politiche vengono assegnate ai "leccaculo" più eclatanti, il potere viene detenuto da una ristretta oligarchia i cui membri hanno rigorosamente in comune precedenti penali o morali!
Chi difenderà l'Italia da un attacco terroristico?
Pensate forse che se lo stadio attaccato fosse stato l'Olimpico anzicchè quello francese la gente in fila per uscire avrebbe cantato l'inno nazionale italiano? O meglio pensate che il popolo conosca davvero l'inno di Mameli (ammesso che qualcuno sappia chi è Mameli)?
Il popolo italiano è talmente sfiduciato da questa classe politica e da tutto quello che da anni ruota intorno ai posti di potere che rinnega le proprie origini e implora un cambiamento che purtoppo tarda ad arrivare e che, ahimè, credo non arriverà mai!
Cambiano i burattini, ma i burattinai sono sempre uguali... L'Italia è un piccolo volgare teatrino di burattini, gli attori politici sono le marionette (dei piccoli bugiardi Pinocchio), se ne possono acquistare di nuove, ma lo spettacolo in scena è sempre la stessa farsa, messa in pratica dai perfidi Mangiafuoco che hanno svenduto e venduto il nostro paese per poche lire, anzi, scusatemi, per quelle che poi sono diventate pochi euro!