Translate

sabato 19 novembre 2016

http://ilmiolibro.kataweb.it/opinione/285888/stan-lee-ha-davvero-rivoluzionato-il-mondo-dei-fumetti/

martedì 11 ottobre 2016

Tre raggi di luce

In vendita in formato cartaceo su ordinazione in tutte le librerie Feltrinelli, sul sito internet ilmiolibro.it, su Amazon e su tantissime altre librerie online in formato ebook.

http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/narrativa/282827/tre-raggi-di-luce-2/

http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/narrativa/282827/tre-raggi-di-luce-2/


sabato 8 ottobre 2016

Il mio libro

Ogni tanto mi concedo una pausa, ma forzata, mai veramente voluta. Purtroppo in questi giorni ho avuto un gran da fare perché è finalmente "nato" mio primo romanzo "Tre raggi di luce".
Si tratta di un romanzo genere gotico ambientato a Londra alla fine del 1800.
Può essere acquistato in formato ebook su diversi siti internet tra cui Amazon e il sito del gruppo editoriale l'Espresso nella sezione  ilmiolibro.it
Oltre al libro troverete sempre sul sito ilmiolibro.it la sezione "storie brevi" dove potrete leggere due dei miei racconti "Perché i pesci non parlano" e "Chicco e Biancofiore".
Aspetto recensioni, giudizi, consigli, opinioni, commenti... insomma, fatemi sapere!

http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/narrativa/282827/tre-raggi-di-luce-2/

Mi raccomando cliccate numerosi...

domenica 11 settembre 2016

Miss Italia 2016 è toscana: una strana coincidenza

E' strano come dopo anni la corona di Miss Italia torni in Toscana proprio nel momento in cui il premier è toscano, ma che dire le coincidenze sono imprevedibili.
Ho seguito la puntata del famoso concorso, ma mi chiedo se qualcuno di voi ha notato lacrime negli occhi della Miss ogni volta che passava alla fase successiva del concorso. Abbiamo visto molte smorfie ed espressioni improbabili, ma nessuna lacrima, malgrado ho percepito il tentativo disperato di farle scendere.
Un consiglio spassionato alla neoeletta: MUNISCITI DI CIPOLLA SE VUOI PIANGERE!
E' una coincidenza che Agnese Renzi abbia occupato una cattedra su chiamata diretta di un Preside di Firenze, è una coincidenza che il fratello del ministro Alfano ottenga dei posti di lavoro prestigiosi senza avere i requisiti, è una coincidenza che la figlia del Ministro del Tesoro viene assunta proprio dalla Cassa Depositi e Prestiti, è una coincidenza che il fratello della Ministra Boschi sia stato assunto da una società che costruirà la metropolitana di Cosenza ed è sempre una strana coincidenza che il padre della pupilla del nostro Premier sia un pezzo grosso della famosa Banca Etruria.
Caspita che coincidenze che capitano da quando quello che Grillo chiama l'Ebetino di Firenze ha occupato la carica più importante del paese.
Potrei stare qui a elencare decine e decine di coincidenze, ma che c'importa, tanto gli italiani sono abituati a pensare al gossip e non alle cose importanti di un paese che sta andando allo sbando.
Quanti di voi sanno che con il Governo Renzi il debito pubblico è aumentato?
Sicuramente  meno persone di quante non abbiano visto le foto di Kristel Carrisi convolata a nozze con un miliardario.
Dopo Miss Italia toscana aspetto che Papa Francesco lasci l'incarico per far posto a un Papa toscano!


giovedì 25 agosto 2016

Amber Heard già pentita di aver divorziato da Johnny Depp?

Se prima avevamo dei dubbi sulla notorietà di Amber Heard, ora abbiamo la certezza che senza Johnny Depp non è nessuno.
Di questa verità si è ormai resa conto anche la diretta interessata, che a quanto pare si sarebbe già amaramente pentita di averlo lasciato.
Il nome dell'attrice, infatti, se non associato a quello di un mostro sacro del cinema risulta essere privo di valore e la povera ragazzina dalla sessualità confusa non riesce neppure a entrare in uno strip club!
Pare infatti che qualche giorno fa Amber Heard si sia presentata con le "amiche" Cara Delavigne e Margot Robbie al famoso Club di Lapdancing SophistiCats nel Merylebone a Londra pretendendo di entrare gratis.
Il biglietto di entrata era di sole 20 sterline, ma la Heard considerandosi una vip ha preteso di entrare gratis.
Il sogno di gloria dell'intraprendente Amber è però finito nell'imbarazzo più totale. perché padrone del locale ha categoricamente escluso un ingresso privo di ticket e a nulla sono servite le imprecazioni di Cara Delavigne, perchè l'ex signora Depp ormai è semplicemente una ex!
"Lei non sa chi sono io!" ha più volte ripetuto la Delavigne, ma l'uomo è stato irremovibile anche quando la modella ha presentato la Heard come la sua amica Amber reduce da un tormentato divorzio!
Ora mi chiedo come una persona possa festeggiare la fine di un matrimonio, mi vengono i brividi solo a pensarci. Se fossi una donna malmenata e maltrattata da un marito violento, come la Heard ha detto di essere ai tabloid di tutto il mondo, forse non avrei voglia di festeggiare in uno Strip Club. 
Penso che si possa festeggiare un lieto evento, non la fine di una storia d'amore, se davvero è stata una storia d'amore, se poi stiamo parlando d'altro, allora forse è davvero legittimo festeggiare.
Lo squallore che avvolge la figura della Heard continua a fare scalpore, l'unica consolazione è la consapevolezza che senza Johnny Depp è tornata ad essere nessuno, chissà che choc sarà stato constatarlo anche dopo aver impiegato anni per costruire il quadretto che le ha dato finalmente un minimo di visibilità!


mercoledì 17 agosto 2016

Johnny Depp e Amber Heard: accordo di divorzio raggiunto

A un ora dall'inizio dell'udienza che avrebbe messo in piazza i retroscena del matrimonio più discusso di Hollywood arriva la notizia di un accordo che tutela, a quanto pare, entrambi i protagonisti di questa triste vicenda.
Johnny Depp farà avere alla moglie circa 7 milioni di dollari, che la donna dice di voler dare in beneficenza, affermazione che sicuramente accresce la sua ormai raggiunta popolarità e se ci pensiamo bene ora che ha raggiunto il successo e ha ceduto foto e video a Tabloid (sicuramente non gratis) non ha poi bisogno dei soldi del suo ormai ex marito!
Quale donna in cambio di soldi, di cui a quanto pare non ha bisogno, lascerebbe impunito un marito se fosse stato davvero violento e le avesse inflitto le sofferenze fisiche e psichiche di cui si sono riempite le pagine dei giornali nei mesi scorsi?
Sinceramente resto scettica nei confronti dell'attricetta insipida che sogna di fare la star.
Depp è sicuramente un uomo dal passato burrascoso, che vive e ha vissuto dei momenti difficili della sua vita, soprattutto dopo la perdita di una madre a cui era incredibilmente legato.
Non credo alla favola dell'orco cattivo, non credo a tante, tantissime cose che in questi mesi hanno fatto guadagnare ai giornali di tutto il mondo milioni e milioni di dollari.
Credo alla storia di un uomo che ha raggiunto il successo con sacrifici e dolore, credo al nome di una star usato per uno scopo, credo ai sentimenti di una persona che ha commesso l'errore di allontanarsi dalla sua famiglia per inseguire qualcosa che forse non ha mai avuto ragione di esistere.
In un comunicato stampa Depp e la Heard spiegano le motivazioni della loro separazione :
"La nostra relazione è stata molto intensa, passionale, e talvolta instabile, ma sempre entro i confini dell’amore. Nessuna delle due parti ha mentito o mosso false accuse per guadagnare denaro. Non c’è mai stata intenzione di ferire fisicamente o psicologicamente l’altro. Amber augura il meglio per il futuro di Johnny. Lei donerà i soldi che ha ottenuto dal divorzio a un’organizzazione di beneficenza. Non ci saranno più dichiarazioni pubbliche riguardo questo argomento."
Accolgo con rispetto queste parole, ma dentro di me penso che la riservatezza di un uomo che non ha mai amato far parlare di sé ha sicuramente inciso sulla determinazione di un compromesso che forse non rende giustizia al suo essere onesto e leale.
Spero che il grande attore che ho imparato a conoscere e ad amare in questi anni possa dimenticare questa triste vicenda e  che la sua immagine possa uscire indenne da questa incredibile macchina del fango.
Quanto alla ex signora Depp, spero che  abbia imparato a camminare con le sue gambe, perché fin ora  per il pubblico  non è stata Amber Heard, ma semplicemente la moglie di Johnny Depp. 
A malincuore devo ammettere che sarà per sempre la ex moglie di Johnny Depp e quel nome che ha tanto infangato forse continuerà a servirle! 

martedì 16 agosto 2016

Johnny Depp tra dita amputate e video sapientemente montati

E' di oggi la notizia che Johnny Depp, all'inizio del travagliato matrimonio con la ragazzina dalla sessualità confusa, avrebbe amputato una falange del proprio dito per immergerla nella vernice e scrivere su un muro insulti rivolti alla ex moglie e all'attore Billy Bob Thornton! Non sto scherzando, anche se questo racconto va oltre ogni immaginazione, suppongo la Heard dovrebbe tentare la carriera di regista, non di attrice, sicuramente avrebbe dei risultati migliori senza sfruttare l'immagine dell'ingenuo ex  marito per farsi strada verso il successo.
Se qualcuno non conosce Billy Bob Thornton, posso dirvi che è semplicemente il protagonista del film "Babbo bastardo" o meglio, il Babbo Natale beone che perennemente alticcio combina guai nell'immaginario degli ingenui bambini.
Forse la Heard ha preso spunto da quel film per descrivere quella che sarebbe stata la sua vita coniugale con un mostro sacro di Hollywood, celebrità che la ragazzina insipida non smette mettere in ridicolo, raccontato tante storie forse un po' troppo romanzate.
I dubbi sulla veridicità delle sue articolate versioni sorgono spontanee anche guardando il famoso video che testimoniano (a suo dire) la presunta violenza...
Vi invito a visionare il "cortometraggio" perché questo pare sia, sul sito di TMZ, in cui compare una Johnny Depp in casa che dà qualche colpo a un anta di un armadietto che non si chiude, che cerca una bottiglia di vino, che lascia cadere un bicchiere e che nel momento in cui si accorge che la Heard lo sta registrando col telefono nascosto chiede spazientito se il cellulare è acceso e riprende quella che avrebbe dovuto essere la sua privacy fra le mura domestiche!
Se avete seguito il mio suggerimento e avete visto il video, non potete non aver notato che la Heard cerca di nascondere il telefono ogni volta che Johhny si avvicina e che è stato posizionato in un punto in cui c'è un ottimo raggio per le inquadrature. Cosa vi fa pensare questo? Tutto è stato studiato nei minimi dettagli e la regia ha posizionato l'improvvisata macchina da presa prima dell'arrivo del protagonista poi sapientemente spronato a perdere la pazienza. Se notate Depp dice "Tu sei pazza, tu sei pazza", ma non c'è una frase o qualcosa nel video che precede questa affermazione, quindi è palese che il video è incompleto, ovvero è stato montato da mani esperte per far apparire un uomo in una veste che forse non gli è consona, perché alla fine non ha colpito la sua provocatrice, ha solo sfogato il suo senso di disagio in una situazione fastidiosa, senza ledere l'integrità fisica di nessuno.
Che fosse ubriaco è comunque da stabilire, forse un po' alticcio e incazzato, quello sicuramente sì, ma non sappiamo cosa c'è stato prima di quelle riprese rubate con presunta premeditazione.
La cosa che sicuramente incriminerebbe la Heard è la sua estraneità alle diffusioni delle  immagini poiché girate dal suo cellulare e  dal suo telefono uscite sicuramente non da sole!
Le mie osservazioni possono essere messe in discussione, ma se provate a ragionare su quel video e sull'intera vicenda vi renderete conto che forse la Heard ha davvero tantissimo da guadagnare da questa vicenda e forse aver tradito la propria inclinazione sessuale sposando un uomo etero è stato un sacrificio necessario per ottenere tutto quello che questo momento (per lei magico a livello di fama e visibilità) le sta regalando!
Chi di voi non ha mai perso la pazienza se stuzzicato in un momento di debolezza?
Il mio bisnonno un assiduo giocatore di carte, durante una partita rispose a una provocazione alzando il bastone e colpendo l'avversario che l'aveva deriso e umiliato.
Sinceramente questo non fece di lui un criminale, anzi la stessa vittima dopo qualche tempo presentò le sue scuse per aver esagerato con l'ironia in un momento della vita difficile per un uomo anziano.
Io stessa distrussi un cellulare dopo aver litigato al telefono con una persona incredibilmente maleducata.
L'ira fa parte della natura umana, sta poi a ognuno di noi cercare di domarla e nei momenti di lucidità è normale, ma se posti a continua pressione allora l'impresa diventa ardua e si finisce per diventare lo zimbello di chi ha scelto con cura un bersaglio in bilico.
Staremo a vedere chi fra Amber e Johnny è la vera vittima!
Il tribunale di Los Angeles è chiamato a giudicare l'intricata vicenda, ma invito tutte le menti pensanti a rimuginare sulla questione e a valutare ogni aspetto, perché è facile condannare, ma non è sempre lecito farlo.
Io sono con Johnny, il favoloso eroe che nei panni di Jack Sparrow fa visita ai bambini malati in ospedale, è lui che vedo in quel video, non il mostro che è stato dipinto.

venerdì 12 agosto 2016

Johnny Depp trionfa su Amber: le accuse vengono smontate

Mentre Johnny Depp si gode una meritata vacanza a Ibiza, i suoi avvocati lavorano sodo per dimostrare l'infondatezza delle accuse che negli ultimi mesi hanno motivato un divorzio, forse già annunciato.

Secondo i ben informati nei giorni scorsi la ex signora Depp si è presentata in tribunale, ma per dar vita a un quadretto al quanto discutibile: pare che Amber abbia urlato e pianto rifiutandosi di deporre sotto giuramento.
La cosa sicuramente ha avuto una certa rilevanza, infatti, dopo questa performance è normale dubitare della veridicità dei fatti presentati dall'accusa .
Intanto la difesa schiera un numero consistente di testimoni disposti a difendere Depp per il bene di una verità forse troppo romanzata da un attrice esordiente (dalla sessualità confusa) in cerca di fama e di successo.
Se Amber Heard in prima istanza aveva parlato di violenza fisica e psicologica inflitta da un marito sempre ubriaco e poco lucido per la maggior parte della giornata, l'attore avrebbe dalla sua parte anche i due agenti di polizia che la notte in cui la donna sporse denuncia raccolsero le sue confessioni.
Sui tabloid di tutto il mondo la foto dell'occhio tumefatto della Heard ha conquistato la prima pagina accompagnata da innumerevoli considerazioni, ma oggi  quegli agenti di polizia sono pronti a giurare che nel momento della denuncia la donna non presentava lesioni né sul viso, né sul corpo.
Come ha potuto Depp colpirla se dopo la denuncia i due non si sono più incontrati?
Come mai sui giornali Amber appare con un occhio tumefatto e durante l'intervento della polizia la giovane aveva una pelle rosea ed eterea?
Tutti questi indizi lasciano pensare che la ragazza abbia atteso il momento propizio per mettere in scena uno spettacolo preparato e studiato nei minimi dettagli per garantirle popolarità in tutto il mondo e poco importa se a pagare le conseguenze del suo picco di fama ci sia un talentuoso attore che ha faticato anni per raggiungere l'apice del successo.
Intanto il giudice ha esteso l'ordine restrittivo nei confronti di Depp fino al 17 agosto, giorno in cui si terrà una nuova tappa del travagliato divorzio.
Staremo a vedere a chi verrà assegnato il ruolo di preda e chi sarà decretato predatore, perché se la Heard si presenta come vittima di un marito manesco e beone, Depp è riconosciuto universalmente come scapolo d'oro succube di un fascino femminile sapientemente utilizzato.




venerdì 15 luglio 2016

Strage a Nizza

Oggi è doveroso dedicare una pagina del mio blog alle vittima dell'ennesima carneficina, frutto di un odio incondizionato e diffuso nei confronti delle nazioni democratiche, tolleranti ed evolute.
Non ci sono parole per quello che è accaduto e mentre sui social compaiono messaggi di gente stupida che inneggia all'odio razziale e di italiani che gioiscono per la tragedia avvenuta in Puglia in nome di un'italianità che a loro dire non appartiene al meridione, io piango per quelle vittime che hanno lasciato il mondo dei vivi e che mi auguro siano giunti in un posto migliore.
Alle vittime delle discriminazioni va il mio costante pensiero, non ci sono colori, non ci sono nazionalità, ma al mondo ci sono persone e c'è il rispetto per la vita che a quanto pare è passato in secondo piano.
Quando dico che occorre porre un freno a questo incredibile flusso di migranti, non auspico l'abbandono dei bisognosi, ma chiedo controllo e disciplina da parte delle autorità, quando dico basta al razzismo chiedo rispetto per quelle famiglie che hanno dovuto dire addio ai loro cari in modo tragico, chiedo conforto per tutti coloro che hanno bisogno di aiuto.
E' da stupidi pensare che l'episodio di Nizza non ci riguardi, quella gente è gente come noi, sono persone che vivono e lavorano come tutti noi. Oggi è accaduto a Nizza, domani potrebbe accadere in Italia in qualsiasi località turistica, in qualsiasi centro affollato.
Bisogna fermare i barconi, bisogna bloccare la gente che arriva nei nostri paesi per delinquere, bisogna fare in modo che al mondo ci siano regole di pacifica convivenza rispettate da tutti, indipendentemente dalle razze e dalle religioni.
Bisogna essere uniti per fare in modo che la pace torni a governare il mondo, bisogna credere di appartenere a un unico popolo, altrimenti finiremo per distruggerci gli uni con gli altri...

lunedì 11 luglio 2016

Johnny Depp vende casa a Venezia mentre il concerto con gli Hollywood Vampires viene interrotto

E' di qualche ora fa la notizia che Johnny Depp avrebbe messo in vendita anche la casa che aveva comprato a Venezia durante le riprese di The Tourist. Si tratta di Palazzo Donà, una residenza storica su quattro piani per un totale di 700 mq. Lo splendido palazzo avrebbe non solo una meravigliosa vista sul Canal Grande, ma persino due attracchi per barche private. Gli interni sono finemente rifiniti, il soffitto ha affreschi e travi a vista, vanta grandi saloni, sette camere da letto e ben nove bagni! 
A quanto pare la cifra richiesta sarebbe 10,8 milioni di dollari, quasi il valore dei suoi preziosi Basquiet venduti all'asta per 11 milioni di dollari.
Intanto a NY nella zona del Greenwich Village è stata venduta in questi giorni quella che nel 1990 era stato il nido d'amore dell'attore con l'allora compagna Kate Moss. 
Sembra che in questi ultimi tempi passato e presente poco felice siano tornati a gran forza a riempire le pagine dei Tabloid e come se non bastasse altri episodi clamorosi contribuiscono a far balzare il nome di Depp agli occhi della cronaca.
A quanto pare, ieri sera l'attore in concerto con gli Hollywood Vampires al Ford Amphitheater di Coney Island, New York, abbia dovuto interrompere lo spettacolo per un malore del collega Joe Perry, chitarrista degli Aerosmith. 
L'uomo si sarebbe sentito male sul palco e in un primo momento avrebbe cercato di restare in piedi appoggiandosi alla batteria, poi pian piano a raggiunto le quinte del backstage dove è crollato perdendo conoscenza.
Verso le 21.30  Joe Perry è stato trasportato al vicino ospedale di Brooklyn, poi il concerto è proseguito con una perfomance eccezionale di Johnny Depp e Alice Cooper


Guardando questa foto mi chiedo quale donna sana di mente abbia deciso di porre fine al matrimonio con un uomo straordinariamente bello, intelligente e talentuoso come Johnny Depp. Poi ripenso alla ragazzina insipida dalla sessualità confusa che è riuscita a portarlo all'altare e mi rendo conto di quanto il mondo sappia essere ingiusto!
Dopo tanti articoli dedicati a questa star di Hollywood vi sarete fatti un'idea sulla mia opinione in merito alle accuse avanzate da Amber Heard a questo mostro sacro del cinema, opinione che a quanto pare è in linea con quella dell'intera collettività, vip compresi!
Spero che a metà agosto possa essere fatta chiarezza sulla vicenda e il fango gettato su Depp possa asciugarsi e sparire lasciando indenne la sua fama di persona buona e generosa, una stella speciale nel firmamento di Hollywood. 
Tornando al povero Joe Perry, a fine serata sono arrivate le prime notizie sul chitarrista, proprio su Twitter

Thanks to everyone asking about our brother @JoePerry. He is stable right now, with family & is under the best care



domenica 10 luglio 2016

La figlia del ministro Padoan assunta alla Cassa Depositi e Prestiti a tempo indeterminato

Naturalmente la disoccupazione diminuisce per parenti e amici degli uomini di potere, forse questi sono i dati che prende in considerazione l'Istat quando parla di diminuzione del tasso dei disoccupati in Italia.
Non conosco persone che senza una valida raccomandazione abbia ottenuto un posto di lavoro negli ultimi 20 anni, ma non importa, tanto siamo in Italia!
Conosco tanta gente, per svariati motivi e in diversi ambiti, ma tutti quelli che hanno un impiego hanno avuto un sano e salutare calcio in culo!
Ci sono poi i cosiddetti geni, quelli che stranamente senza concorso e senza difficoltà trovano occupazioni prestigiose. E' il caso di qualche tempo fa della figlia di Berlusconi che appena laureata si è vista offrire una cattedra alla Bocconi, del fratello del Ministro Alfano che con una discutibile laurea triennale ha trovato posto nei vertici di poste italiane, del fratello della ministra Boschi che lavora per la società che costruirà la metropolitana leggera a Cosenza ed è il caso della figlia del ministro Padoan (Ministro del Tesoro) che ha ottenuto un contratto a tempo indeterminato alla Cassa Depositi e Prestiti.
La Cassa Depositi e Prestiti, per chi non lo sapesse, è un gruppo pubblico che gestisce i risparmi di Poste Italiane ed è controllato, guardate un po', proprio dal Tesoro.
Quindi ricapitolando, la figlia del Ministro del Tesoro ha ottenuto un contratto a tempo indeterminato in un gruppo pubblico controllato dal Tesoro. Dio che coincidenza! D'altronde quando uno è preparato e fortunato trova il posto di lavoro prestigioso, il discorso, in effetti non fa una piega!
A rispondere al bando della Cassa Deposito e Prestiti sono stati in tre, ricordo che i posti di lavoro non erano a concorso, perché questo gruppo non fa parte della Pubblica Amministrazione, ma è controllato dal Tesoro.
Quindi senza concorso la figlia del Ministro del Tesoro Padoan casualmente è stata assunta.
Complimenti alla neo assunta, sicuramente per alti meriti.
In Italia non c'è vergogna, praticamente la politica ci caca in testa e noi pecoroni restiamo in silenzio, sudditi di una oligarchia che s'ingrassa alle spalle dell'Italia dei fessi!

sabato 9 luglio 2016

Johnny Depp e Vanessa Paradis: ritorno di fiamma dopo il divorzio da Amber?

Tutti sanno quanto Johnny Depp abbia tenuto e tenga a Vanessa Paradis, da lei ha avuto due figli e con lei ha condiviso 14 anni della sua vita.

Dopo il divorzio da quella che fu la causa della fine della sua relazione con la cantante francese, sembra che fra i due ci sia stato un riavvicinamento.
Amber Heard ha sapientemente ottenuto un anello di fidanzamento e un matrimonio con il divo di Hollywood, ma non è riuscita comunque a occupare il posto speciale che la Paradis aveva nel suo cuore.
Dopo le accuse di violenza domestica piombate sull'attore a pochi giorni dalla morte della madre, Betty Sue Palmer, la bella Vanessa è scesa in campo per difendere l'uomo che più di chiunque altro ha conosciuto, un compagno gentile e affettuoso, un padre amorevole e dolce.
Se la Heard dipinge Depp come aggressivo e violento, Vanessa Paradis, Winona Ryder e la prima moglie Lori Anne Allison lo difendono a spada tratta, così come decine di altre celebrità hollywoodiane.
In questo periodo molto difficile pare Johnny Depp si sia ritirato sulla sua isola delle Bahamas circondato dall'affetto dei suoi due figli e da quello della sua ex compagna di vita, ovvero Vanessa Paradis.
Che ci sia un ritorno di fiamma?
In una recente intervista la Paradis aveva lasciato intendere che Johnny Depp era comunque una parte importante della sua vita e lo stargli vicino in un momento così drammatico potrebbe far pensare a un pentimento da parte del divo per aver allontanato una donna che lo amava davvero per sposare una interessata solo ai suoi soldi!
Intanto la tournée con gli Hollywood Vampires continua e mentre domani Depp suonerà nei pressi delle cascate del Niagara, sui giornali la foto del tatuaggio dedicato alla moglie impazza. 
Pare infatti che di proposito l'appellativo con cui definiva la Heard sia diventato ora "Feccia" proprio a voler sottolineare il radicale cambiamento di opinione su quella donna che è riuscita a portarlo all'altare.
Johnny e Vanessa sono la coppia che siamo abituati a vedere sui tabloid di tutto il mondo e a nessuno importa se per un breve periodo una ragazzina insipida ha preso il posto della bellissima cantante francese, l'importante è che la favola Depp-Paradis riprenda... Staremo a vedere!


giovedì 7 luglio 2016

Il Governo italiano alimenta l'odio verso i migranti

Oggi tutti i giornali e telegiornali parlano di una triste vicenda legata alle discriminazioni razziali. La morte di un uomo nigeriano in Italia fa rabbrividire, purtroppo non è un caso isolato e se ripercorriamo la storia degli ultimi anni, ci rendiamo conto che l'odio verso la gente che giunge sulle nostre coste sta crescendo negli anni.
E' inutile dire che è sicuramente una situazione insostenibile, verso cui lo Stato italiano dovrebbe prendere un provvedimento, perché non basta accogliere i migranti, bisogna capire che gli italiani sono ridotti in miseria e non vogliono e non possono più accollarsi ulteriori spese.
Se il governo non capirà che occorre aiutare prima gli italiani e poi gli altri che chiedono asilo, questo purtroppo non resterà un caso isolato.
I cittadini oggi si vedono negare le prestazioni sanitarie, l'asilo nido per i propri figli, il sostegno economico alle loro famiglie o alle loro imprese e vedono elargire fiumi di denaro per il sostentamento di questo flusso di gente proveniente dall'Africa.
Quanta di questa gente è veramente in uno stato di bisogno? Quanta di questa gente è fuggita alla guerra? Quanta di questa gente arriva sulle nostre coste con le migliori intenzioni?
Il governo dovrebbe gestire diversamente la situazione, dovrebbe impegnarsi a identificare le persone e capire se hanno realmente la necessità di restare nel nostro paese o se sono giunti in questo territorio per il semplice desiderio di essere europei.
La classe politica al potere non si rende conto che accogliendo tutti indistintamente sta portando i cittadini all'esasperazione e sta spingendo la gente comune, anche quella un tempo tollerante, verso l'odio per una popolazione che non siamo più in grado di ospitare e di gestire.
Da italiana e da cristiana posso dire di iniziare a essere diffidente verso l'ambulante che si aggira per le vie della città in cerca di clienti, inizio a dubitare del ragazzo che aspetta all'uscita del supermercato per prendesi l'euro del mio carrello, inizio a non sopportare il 'lavavetro' al semaforo. 
Sapete a cosa è dovuta la mia insofferenza? Alla povertà, alla disoccupazione, alle tasse che mi arrivano da pagare, alle prestazioni mediche che non posso permettermi, ai sacrifici che sono costretta a fare giorno per giorno per arrivare alla fine del mese.
Se vado in un qualsiasi ospedale per fare un prelievo e devo pagare il ticket sanitario anche se non ho un'occupazione e vedo decine di stranieri che fanno gli esami medici senza pagare nulla, non posso non provare un senso di disaggio.
Se cerco lavoro e non lo trovo perché il lavoro che io potevo fare lo svolge uno straniero per pochi euro all'ora, non posso non provare un senso di abbandono da parte di uno Stato che inizio a non vedere più come il mio.
Ho 37 anni, sono sposata, ma anche mio marito è disoccupato, così non posso permettermi il lusso di fare un figlio, perché non ho neppure i soldi per pagare le visite mediche che generalmente si fanno in gravidanza, poi vado in una struttura pubblica e vedo le straniere giunte sulle nostre coste come rifuggiate con i loro pancioni pronti a partorire figli perché il nostro Stato pagherà per loro. Secondo voi come mi sento?
Ve lo dico io come mi sento, praticamente mi sento di merda!
Io non ho nulla contro queste persone, perché ho la capacità di rendermi conto che è colpa del governo italiano se mi trovo in questa situazione, ma vi assicuro che non tutti hanno la mia stessa visione delle cose.
La gente è in ginocchio, è senza soldi e senza lavoro, conosco gente che dorme in macchina perché non ha una casa, mentre ai rifugiati viene assegnato un posto letto e un piatto caldo. 
Questa è la situazione dell'Italia, questo è quello che gli italiani non riescono a mandar giù, questo è quello che il nostro governo non vuole capire.
La telefonata di Renzi al parroco che ospitava la coppia di nigeriani vittime di violenza non serve letteralmente a un cavolo, lo stato di rifugiato politico riconosciuto a quella donna rimasta vedova non serve a niente, non ha più un marito, che cosa se ne fa della solidarietà (solo a parole) del nostro capo di governo?
La gente che arriva in Italia per effettiva necessità non vuole le parole, ma vuole i fatti. Le persone che invece vivono in Italia, i cittadini di questo paese hanno bisogno di sentirsi parte di uno Stato che li tutela, non che li spreme come limoni per ottenere risorse economiche per finanziare progetti megalomani.
Renzi sta forse puntando a ottenere un premio Nobel per aver raccattato gente da tutte le parti del mondo?
Non mi stupirei se mirasse anche a questo prestigioso riconoscimento, dopotutto se è riuscito a diventare Presidente del Consiglio senza essere mai eletto, figuriamoci se non potrebbe rientrare nel suo eccentrico profilo un progetto tanto ambizioso!

mercoledì 6 luglio 2016

Il padre del ministro Alfano raccomanda 80 persone a Poste Italiane

E' di ieri la notizia delle famose intercettazioni telefoniche che vedono protagonista il padre del Ministro Alfano. Per chi non lo sapesse Angelino Alfano è stato ed è Ministro dell'Interno prima nel governo Letta e ora nel governo Renzi. Dal 2008 al 2011 è stato inoltre Ministro della giustizia nel governo Berlusconi!
Già in passato si era parlato della compravendita di esami universitari da parte di Alessandro Alfano, fratello del Ministro, che grazie a questo insolito commercio era riuscito a ottenere una laurea triennale in Economia e Commercio, naturalmente utile per ottenere la nomina di segretario generale di Unioncamere Sicilia e di segretario generale della Camera di Commercio  di Trapani. 
Grazie a una lettera anonima in cui era stata predetta la vincita del concorso, sottolineando la mancanza di uno dei requisiti necessari per assumere la prestigiosa carica, Alessandro Alfano era stato costretto a dimettersi, ma nel 2013 aveva comunque trovato collocazione in Poste Italiane, dove fa subito carriera grazie all'aiuto di Raffaele Pizza, arrestato nell'operazione anticorruzione di ieri, fratello di Giuseppe Pizza, ex sottosegretario del governo Berlusconi.
Torniamo però agli 80 curriculum che il padre del Ministro dell'Interno ha inviato per far assumere altrettante persone in Poste Italiane!
Il fatto quotidiano riporta interamente i dialoghi dei protagonisti della vicenda e le indagate senza mezzi termini fanno nomi e citano situazioni.
Di seguito un'estratto di quello che potete trovare sul sito www.ilfattoquotidiano.it 
A colloquio sono Marzia Capaccio, indagata, segretaria di Raffaele Pizza, arrestato dalla Guardia di Finanza, e un’altra persona, Elisabetta C.
CAPACCIO: “Io ti ho spiegato cosa ci ha fatto a noi Angelino…”
ELISABETTA: “e… lo so… lo so… lo so…”.
CAPACCIO: “cioè noi gli abbiamo sistemato la famiglia… questo doveva fare una cosa…. la sera prima… mi ha chiamato suo padre…mi ha mandato ottanta curriculum… ottanta….”.

ELISABETTA: “aiuto… aiuto…”.

CAPACCIO: “ottanta… e dicendomi… non ti preoccupare…. tu buttali dentro… la situazione la gestiamo noi… e il fratello comunque è un funzionario di Poste… anzi è un amministratore delegato di Poste…”.

ELISABETTA: “si… si… lo so… lo so…”.
CAPACCIO: “e questo è un danno che ha fatto il mio capo (ndr. Pizza)… io lo sputerei in faccia solo per questo…”.
ELISABETTA: “vabbè… tanto ce ne sono tanti Marzia… è inutile dirsi… questo è il sistema purtroppo…”.
CAPACCIO: “sì ma io l’avevo già capito che questo guardava solo ai cazzi suoi… glielo avevo già detto… io a differenza tua non mi faccio coinvolgere più di tanto, perché cerco di razionalizzare un attimo di più e di valutare le persone che ho davanti… cosa che il mio capo… purtroppo in alcune circostanze nonostante la sua esperienza non è in grado di fare”.
Come reagirà il governo Renzi a questa ennesima vergogna? 
Non aspettatevi troppo, altrimenti resterete Delusi! Non dimentichiamo le vicende legate al padre del Premier e quelle che hanno visto protagonista la ministra Boschi (ancora in carica) e la sua famiglia!
Purtroppo siamo in Italia non in Svezia dove nel 1995 la leader dei socialdemocratiti Mona Sahlin si dimise per aver pagato con la carta di credito destinata alle spese di servizio due confezioni di Toblerone, il famoso cioccolato svizzero. 
Di esempi di manifesta dignità umana e politica ce ne sono a decine nel mondo: ricordate nel 2009 il caso della laburista Jacqui Smith che lasciò il suo incarico per aver pagato con soldi pubblici inglesi quattro film della pay-per-view o quello del deputato neyorkese, Chris Lee, che, da uomo sposato e padre di famiglia, si dimise per aver pubblicato su internet una foto a torso nudo per attirare l'attenzione di una ragazza?
Potrei andare avanti per ore citando nomi e personaggi pubblici che hanno saputo riconoscere i propri sbagli e assumersi le responsabilità dei propri errori, ma mi fermo, perché non ho più parole per esprimere il mio profondo rammarico per essere cittadina di un paese in cui la classe politica al potere non ha rispetto per il popolo!
A giorni alterni i telegiornali parlano di diminuzione del tasso di disoccupazione e di ripresa economica, entrambe situazioni utopiche nel nostro paese.
La precarietà a quanto pare finisce per chi fa parte di una ristretta cerchia di eletti, persone che hanno cioè legami parenterali, amicali o semplicemente clientelari con uomini e donne di potere, mentre chi ha sudato il proprio titolo di studi e la propria professionalità resta a casa ad accettare l'elemosina di un genitore anziano ancora disposto ad aiutarlo.
Vergogna Italia, vergogna classe politica al potere, vergogna governo illegittimo di un paese forse troppo stupido per voltare pagina!
Io con laurea vecchio ordinamento in economia, master in marketing, stage bancario, tirocinio commercialista e revisore contabile resto a casa disoccupata, mai una chiamata in Poste Italiane, nemmeno come portalettere, mai nulla per me, Alessandro Alfano con un trascorso discutibile e una laurea triennale ancora più chiacchierata ai vertici di una partecipata statale... questa è l'Italia!


Winona Ryder difende Depp e intanto Johnny trasforma anche il tatuaggio di Amber

Torniamo al gossip del momento, ovvero il divorzio di Johnny Depp dalla ragazzina insipida dalla sessualità confusa! Penso che mai come in questo momento la Heard sia riuscita ad avere notorietà, nessuno avrebbe mai pensato al suo viso dai lineamenti insignificanti e alla sua inesistente carriera cinematografica, eppure divorziando da un mostro sacro di Hollywood è riuscita a far parlare di sé, anche se tutti ancora si chiedono come abbia fatto a sposarlo, diamine parliamo di Johnny Depp l'attore più bello e più desiderato del mondo non di un ricco vecchio bavoso!
In questi giorni anche Winona Ryder è scesa in capo a favore di quello che in passato fu suo compagno di vita, naturalmente sottolineando la natura buona e dolce di un uomo che ha cambiato sicuramente aspetto negli anni, ma mai il carattere e se il tatuaggio dedicato proprio alla Ryder era stato trasformato da "Winona Forever" a "Wino Forever", quello dedicato alla Heard è passato da "Slim" a "Scum"!


In effetti se la storia con Winona era stata chiusa in modo elegante e fra i due attori non erano rimasti dissapori, quello con la Heard, invece, ha assunto i toni di un vero incubo a causa delle accuse rivolte dalla donna al più ingenuo degli uomini che aveva creduto nell'amore sincero di una ragazza che veniva dal nulla: Sveglia Johnny!
Così se "Winona per sempre" era diventato "Ubriaco per sempre", l'appellativo con cui Johnny chiamava Amber "Secca" è diventato (e aggiungerei meritatamente) "Feccia".
Intanto a Londra due delle opere d'arte di Basquiat appartenenti alla collezione privata di Depp sono state vendute all'asta per ben 11 milioni di dollari!
Se il patrimonio dell'attore vale centinaia di milioni di milioni di dollari, una donna dichiaratamente gay a cosa punta se non ai suoi soldi?
In passato abbiamo assistito a decine di storie di abusi compiuti da attori famosi ai danni di donne bellissime, ma l'opinione pubblica stavolta non crede alla versione della Heard, forse perché in realtà non è una grande attrice!
A metà agosto verranno discussi in un'aula di tribunale i termini di quello che è ormai diventato il divorzio del secolo e mentre le celebrità di tutto il mondo si uniscono intorno a Depp, uno stuolo di gay manifesta la sua solidarietà a favore di Amber, se non altro per aver tradito la sua sessualità per rincorrere fama e denaro, peccato che non è colpa di Johnny se è un uomo, tutti lo sanno e sinceramente anche lei doveva saperlo!


sabato 2 luglio 2016

Eliminare il Tax Free per risanare la finanza italiana

Oggi volevo parlarvi del Tax Free, per chi non sapesse cosa fosse, brevemente spiegherò di cosa si tratta.
Il sistema Tax Free permette ai turisti domiciliati in paesi che si trovano al di fuori della Comunità Europea di ottenere un rimborso dell'Iva pagata per l'acquisto di beni in territorio italiano.
Questo vuol dire che i turisti che acquistano prodotti italiani in Italia per uso personale (non per rivenderli), possono chiedere e ottenere il rimborso dell'Iva negli uffici competenti, che si trovano generalmente negli aeroporti.
Cosa comporta questo sistema? Il rimborso di somme molto elevate, quindi la perdita di parte delle entrate derivanti dalle vendite di beni nel territorio italiano.
Mi chiedo perché noi italiani dobbiamo pagare l'Iva su tutti i nostri consumi, anche sui beni di consumo di prima necessità, come il pane, mentre gli stranieri non devono pagare l'Imposta sul valore aggiunto per i loro acquisti (non di prima necessità, tra l'altro).
Se ci pensate bene non è affatto giusto, come sempre l'Italia fa gravare l'onere dell'Iva sui cittadini. La cosa peggiore dell'Iva è che deve essere pagata dai cittadini indipendentemente dal loro reddito, quindi se una persona è povera, ma ha bisogno delle scarpe per il proprio figlio deve pagare la stessa Iva di un miliardario che compra lo stesso paio di scarpe, mentre lo straniero miliardario che viene in vacanza paga lo stesso importo che però gli viene restituito all'aeroporto perché non è residente in territorio comunitario!
Siete mai stati all'estero?
Se andate negli USA o in altri paesi, questo sistema che punisce di fatto i consumatori che sono cittadini del proprio paese, non esiste! Le tasse sugli acquisti in USA si pagano e nessuno sogna di restituirle, anzi...
Come sempre il nostro paese è garantista nei confronti dei non residenti e finisce per far gravare l'intero onere del settore sui cittadini. 
Quanti soldi potrebbero restare in Italia anziché prendere il volo con gli stranieri che rientrano in patria?
Sinceramente non sono al momento in grado di fornire una cifra precisa, ma vi assicuro che sarebbe sufficiente a garantire una copertura finanziaria per tante spese che andrebbero a vantaggio di chi vive e lavoro per questo paese, ormai diventato oligarchia e lontano anni luce da quel modello di democrazia ipotizzato nel momento in cui i padri fondatori riunirono vari territori sotto il nome di Italia.
Secondo un'indagine fatta dalla trasmissione Report sull'argomento l’anno scorso turisti e business men, arabi, cinesi, giapponesi, americani, hanno fatto in Italia acquisti per beni di lusso per 6 miliardi di euro che corrisponde più o meno a 1 miliardo di Iva non pagata qui e probabilmente da nessuna parte.
In teoria arrivando nel proprio paese di origine i turisti dovrebbero dichiarare i beni acquistati e versare l'importo dovuto, ma stranamente tutti dimenticano di dichiarare i loro acquisti e si finisce per lasciare questi soldi nelle tasche di chi in realtà i beni di lusso ha potuto realmente permetterseli!
Mi chiedo come mai nessun partito politico o nessun movimento o forza politica abbia mai preso in considerazione l'idea di abolire il Tax Free in modo da lasciare questi soldi nel nostro paese e aiutare in qualche modo l'economia italiana.
Cosa si nasconde dietro questa indifferenza che costa agli italiani milioni di euro ogni anno?
Quanti redditi di cittadinanza si potrebbero pagare ai cittadini italiani che purtroppo non riescono a trovare un'occupazione con una cifra del genere? Quanti posti di lavoro si potrebbero creare con 1 miliardo di euro di Iva non pagata dai turisti? Ma soprattutto perché nessuno affronta il problema?




lunedì 27 giugno 2016

Il premio nobel per l'economia evidenzia il fallimento dell'euro a causa dello strapotere tedesco

Già due anni fa Josip Stiglitz aveva annunciato che l'Euro era un fallimento a causa delle politiche tedesche e oggi alla luce di ciò che sta accadendo sui mercati mondiali e dopo la famigerata Brexit, ne abbiamo le prove tangibili!
Anche Fazio ex Governatore della Banca d'Italia dimostra come l'euro stia inevitabilmente trascinando l'Italia verso un baratro.
La Germania dal canto suo tiene le file di un'Unione Europea che ormai dirige da sola, dopo l'imminente uscita della Gran Bretagna e nonostante Renzi e Hollande facciano molte chiacchiere, lo strapotere della Merkel è indiscusso!
Stiglitz ha analizzato attentamente la questione europea e fa notare come il comportamento scorretto dei tedeschi pregiudichi l'intera economia. Il premio nobel afferma che la Germania mette da parte ogni anno 300 miliardi di euro, lasciando tutti gli altri paesi in deflazione e questo li proietta verso una bassa crescita e inevitabilmente verso la disoccupazione. Se la Germania non rimette in circolo quei 300 milioni di euro, il pluripremiato economista, afferma che non c'è futuro né per l'Europa, né per l'euro.
La Gran Bretagna ha senz'altro inteso il problema e rimettendo al popolo la decisione sul futuro economico del paese ha scelto di abbandonare questa nave che affonda!
E l'Italia? Il nostro paese e il nostro Presidente del Consiglio continuano a sperare di far parte di qualcosa di grande e mentre Renzi si preoccupa di regalare la maglia della Fiorentina Calcio alla cancelliera, la Polizia di Stato italiana acquista come auto di servizio delle Renaut e non delle auto italiane!
L'economia italiana va a rotoli, non abbiamo posti di lavoro perchè le nostre fabbriche chiudono e si trasferiscono all'estero e noi imperterriti continuiamo a comprare prodotti stranieri anziché incrementare il Made in Italy!
La settimana scorsa anche il Presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi ha criticato la politica tedesca, infatti il persistente surplus della Germania nel saldo con l'estero è una delle principali cause dei tassi bassi. Naturalmente la Germania guadagna ancora di più da questa situazione perché grazie ai tassi bassi l'euro è stato svalutato e con una svalutazione della moneta i prodotti tedeschi sono più competitivi sul mercato internazionale e fuori dall'Eurozona.
Insistendo con austerità durante la crisi dell'Eurozona, e non aumentando la spesa per investimenti in patria, Berlino ha contribuito in modo decisivo a deprimere la domanda aggregata, sia nei confini nazionali che in quelli dell'intera Europa.
Ancora una volta il premio nobel per l'economia, Stiglitz, sottolinea la responsabilità tedesca in questa grossa crisi che sta mettendo in ginocchio i paesi dell'Unione Europea e lo fa affermando che "Il vero problema dell'Eurozona è la Germania, non la Grecia!"
In teoria una soluzione ci sarebbe per uscire da questa crisi e sarebbe davvero semplice: Berlino dovrebbe tagliare le tasse e aumentare la spesa per gli investimenti. La Germania ha i margini per compiere questa manovra, ma purtroppo non ha nessuna intenzione di muoversi in questo senso perché la regola del pareggio di bilancio lo impedisce.
La conseguenza del loro assurdo comportamento è che fino a quando la Germania resterà nell'euro, gli squilibri non potranno essere corretti.
Quanto tempo impiegherà l'Italia a capire che bisogna fare qualcosa di concreto per non precipitare più in basso di quanto ormai non sia?
Con l'uscita della Gran Bretagna dall'euro, la Germani acquisterà ancora più potere all'interno dell'Unione e se già l'economia europea stava soffocando grazie alle loro mosse deleterie, ancor di più pagheremo le conseguenze del loro assurdo e ingiustificato strapotere.
Sveglia Italia, sveglia popolo italiano, la Germania ci ha portato alla miseria con Hitler durante la seconda guerra mondiale e ora ci sta distruggendo con la Merkel in questa assurda Unione Europea che a dire il vero sembra più una Unione Tedesca!


domenica 26 giugno 2016

Italia: debiti, povertà e Vaticano

L'Italia è ormai in crisi da diverso tempo e i governi tecnici che si sono succeduti non hanno fatto altro che peggiorare la situazione.
Tutti hanno applicato tagli da tutte le parte, tutti hanno ampliato il debito pubblico e nessuno ha preso dei provvedimenti semplici e sicuramente importanti per il risanamento del paese.
L'Italia è un paese in cui gli sprechi sono ormai all'ordine del giorno, ma se oltre ai nostri ci accolliamo anche quelli degli altri, allora è normale che lo Stato stia morendo.
Virginia Raggi, il neo sindaco di Roma, promette di far pagare l'IMU agli immobili del Vaticano usati per scopi commerciali e così l'opinione pubblica si scatena.
I soliti signori ben pensanti si schierano a favore del Vaticano sperando di guadagnarsi un posto in paradiso, ma non si rendono conto che in Cielo ci sono i Santi, mentre in terra ci sono i soldi!
Parliamo di case, palazzi, alberghi, ristoranti, scuole private a pagamento, istituti e tanto altro ancora gestiti dal Vaticano e che fruttano alla Chiesa centinaia di migliaia di euro e per il quale lo Stato Pontificio non paga assolutamente niente.
Sapevate che l'acqua consumata dal Vaticano la paga il comune di Roma?
La cifra che il Vaticano evade annualmente si aggira intorno ai 404.000.000 di euro l'anno.
Avete capito bene, ben 404.000.000 di euro che finiscono nelle tasse e nelle bollette che devono pagare gli italiani!
Carità cristiana sì, ma sfruttamento no!
Io sono cristiana e credo in Dio e nel vangelo, credo nella Bibbia e nei Santi, ma non credo agli uomini che si arricchiscono con la fede e la disperazione della gente!
Perché il Vaticano non deve pagare l'acqua se la consuma? Perché non deve pagare le tasse sugli incassi che fa in Italia? Perché noi dobbiamo accollarci le loro spese e pagare per i loro sprechi?
A Roma ci sono circa 300 case per ferie di proprietà di Enti Religiosi che vengono usate per fini commerciali e chi paga le loro spese? Noi...
Mentre la povera gente non ha soldi per comprare da mangiare ai propri figli è costretto a pagare le spese del Vaticano, perché badate bene che questi 404.000.000 di euro vengono ripartiti sui contribuenti e guardate un po'? I contribuenti siamo sempre noi, gente onesta e lavoratrice che fatica ad arrivare alla fine del mese!
Il Vaticano possiede circa un milione di strutture immobiliari in tutto il mondo per un valore totale che si aggira intorno ai 2 mila miliardi di euro... non so neppure scrivere una cifra del genere!
Tutti i giorni la Chiesa invita i fedeli a fare la carità ai poveri, così i poveri fanno la carità ad altri poveri, mentre il Vaticano?
Avete idea di quanti tesori siano custoditi nei Musei Vaticani?
Se la Chiesa vendesse  quei tesori e usasse i soldi per aiutare davvero i bisognosi, allora sì che si potrebbe parlare di carità cristiana, se il Vaticano rinunciasse ai privilegi fiscali e si spogliasse delle sue ricchezze come ha fatto San Francesco d'Assisi, per donarle ai poveri, allora sì che assisteremmo al compimento di un miracolo... ma quel miracolo i vertici del Vaticano non vogliono farlo, a dire il vero nemmeno lo hanno mai preso in considerazione, i miracoli li pretendono da noi, con il 5 per mille alla Chiesa cattolica, con le offerte durante le funzioni religiose, con la carità a chi sta peggio di noi, con la copertura di quelle bollette che loro si rifiutano di pagare!
San Padre Pio non voleva la ricchezza, maltrattava chi lucrava sulla sua immagine, eppure le sue foto sono in vendita come in vendita sono le decine di migliaia di oggetti che riportano il suo Santissimo volto.
Tutto questo mi riempie il cuore di tristezza e posso solo dire "Forza Virginia, perché sono sicura che Dio è con te, perché Dio non vuole privilegi, siamo tutti suoi figli!"


sabato 25 giugno 2016

Brexit: Un gruppo di parlamentari britannici lancia una petizione per un nuovo referendum e un milione di persone la firma

Dopo poco più di 24 ore dal risultato storico del referendum britannico sull'uscita della nazione dall'Unione Europea, un gruppo di parlamentari  promuove una petizione per indire un nuovo referendum sulla questione. In poche ore sono state raccolte oltre un milione di firme, cosa significa?
I britannici si sono forse pentiti della loro scelta o si sono resi conto delle conseguenze devastanti di questa decisione?
Con la petizione, i promotori chiedono al governo una regola in base al quale se la preferenza al "Remain" o al "Leave"  è sotto al 60% su un'affluenza inferiore al 75% della popolazione votante, allora dovrebbe essere indetto un nuovo referendum.
Ricordiamo che i risultati definitivi hanno visto il Leave prevalere con il 51.9% dei consensi. In pratica i britannici che hanno votato per il Leave sono stati 17.410.742, mentre quelli che si sono espressi a favore del Remain sono stati 16.141.241. La differenza è in effetti poco consistente ed espressa in punti percentuali ci si rende conto che si tratta davvero di uno scarto minimo che acquista ancora più valore se si considera il fatto che solo il 72,2% dei votanti si è recato alle urne. 
Scozia, Irlanda del Nord e Londra hanno votato largamente per il Remain, mentre il Leave ha trionfato in Galles e nel resto dell'Inghilterra. 
Il fronte Remain vuole forse fare  appello a quel 27,8% della popolazione per raggiungere il proprio obiettivo? 
Comunque sia, da questa azione si evince sicuramente il tentativo disperato di invogliare la popolazione britannica a ripensare sulla questione alla luce del crollo improvviso della sterlina e delle Borse mondiali.
La petizione che, come previsto, ha superato le 100.000 firme, sarà valutata dalla commissione incaricata e, nel caso, presentata in parlamento.
Intanto Change.org ha rivolto un appello al sindaco di Londra Sadiq Khan per una "secessione" della capitale britannica, dove i sostenitori del  'Remain' sono stati la maggioranza, dal resto del Regno Unito.
Cosa succederà staremo a vedere, ma per il momento questo desiderio di ribellione a Unione Europea tiranna dovrebbe farci riflettere...



venerdì 24 giugno 2016

Brexit: La Gran Bretagna è fuori dall'Unione Europea! E l'Italia resterà a guardare?

La Gran Bretagna è una monarchia, rappresentativa, ma pur sempre una monarchia, eppure è forse la nazione più democratica nel contesto europeo e in quanto tale ha permesso ai cittadini di prendere la decisione più importante della storia. 
E' ufficiale, dopo il referendum di ieri, la Gran Bretagna è fuori dall'Unione Europea. 
Piovono commenti da tutto il mondo su questa decisione storica che modificherà inevitabilmente l'economia internazionale..
Trump, entusiasta, giudica positivamente la scelta dei britannici coraggiosi che hanno saputo dire basta allo strapotere di un' Unione Europea forse fin troppo al servizio di una Germania autoritaria.
Se l'Inghilterra è felice di aver votato a favore dell'allontanamento dall'Europa, Scozia e Irlanda del Nord restano dubbiose e colgono l'occasione per rilanciare l'ipotesi di uscire dalla Gran Bretagna per prendere le distanze da quello che ritengono un vero e proprio azzardo.
La sterlina stamattina è stata svalutata del 30%, i mercati mondiali sono al ribasso e Cameron ha rassegnato le dimissioni!
Cosa succederà adesso?
La maggior parte dei britannici si rende conto di aver compiuto un passo epocale ed è convinta che dopo un inizio difficile l'economia del paese risorgerà libera e indipendente, come lo era un tempo prima di aderire a un'Unione Europea che ha inevitabilmente impoverito la nazione.
Mi chiedo come possano gli italiani non cogliere nell'esemplare coraggio britannico, lo stimolo per realizzare finalmente un cambiamento. Abbiamo avuto tre governi non eletti dal popolo, siamo governati da un uomo investito da un potere che nessun cittadino ha scelto di conferirgli, siamo stati svenduti alle banche, agli immigrati e a chi ha voluto e saputo approfittare di noi, in nome di un'Unione Europea che non esiste, in nome di una realtà costruita a tavolino da uomini e donne di potere.
Le conseguenze? Disoccupazione ai massimi storici, disordine nelle città, sovraffollamento delle carceri e degli ospedali, diffusione di malattia un tempo debellate nel nostro paese, aumento delle tasse e delle imposte, diminuzione dei diritti dei cittadini italiani a favore di quelli stranieri.
La Germania tiene le fila di un'Europa schiava delle banche e della massoneria, da sapiente burattinaia mette in scena un teatrino in nome del Dio Spread che fa salire e scendere a suo piacimento.
Dov'è il coraggio degli italiani? Dov'è il patriottismo o lo spirito di un popolo unito?
Non c'è, non esiste al di fuori di uno stadio di calcio! E' triste ammetterlo, ma purtroppo gli italiani si sentono parte della nazione solo  davanti a un campo di pallone, mentre per il resto lasciano che popolazioni intere invadano il loro territorio, lasciano che  dei prodotti orribili portino il marchio 'made in Italy' sebbene non ne abbiano alcun diritto, stipulano accordi per l'importazione di  frutta e verdura che in realtà sono capaci di produrre da soli.
Quanti di voi sanno che siamo costretti a importare arance dal Marocco mentre le nostre arance calabresi e siciliane marciscono perché non c'è posto per collocarle sul mercato?
Quanti di voi sanno che importiamo Gas e Petrolio quando ci sono regioni italiane in cui potrebbero essere estratti?
Quanti di voi sanno che importiamo energia elettrica dalle centrali nucleari poste ai confini della Francia mentre l'Italia grazie al suo paesaggio naturale potrebbe sfruttare le energia rinnovabili?
Il Governo Renzi e anche i governi che lo hanno preceduto, hanno prima diminuito e poi abolito gli incentivi per supportare la diffusione delle energie rinnovabili (eolica, solare, idraulica), favorendo così l'acquisto di energia dall'estero, ma a che pro?
Ci sono giochi di ruoli e di potere che non saremo mai in grado di capire, ma che dobbiamo però iniziare a contrastare se non vogliamo essere schiacciati dalle lobby dei potenti.
Le elezioni comunali hanno portato un'ondata di speranza, la speranza che gli italiani si siano finalmente svegliati e abbiano capito che occorre riprendersi il paese.
Possa il coraggio britannico essere il simbolo di un mondo che si ribella ai compromessi, possa la Gran Bretagna rifiorire e diventare l'esempio da seguire per ottenere equilibrio e credibilità sul fronte internazionale.
Possa l'Italia diventare partecipe di un cambiamento costruttivo iniziato, ironia della sorte, in una monarchia che in realtà è più democratica della nostra ridicola democrazia... 

mercoledì 22 giugno 2016

Brad Pitt, Madonna, Johnny Depp e Michelle Obama sul Lago Iseo

Oggi vorrei soffermarmi su un evento che ha fatto rimbalzare sulle prime pagine dei quotidiani di tutto il mondo le bellezze della nostra Italia. Mi riferisco alla passerella allestita sul Lago Iseo da uno straordinario artista bulgaro conosciuto come Christo.

Si tratta di un'opera straordinaria che ha spinto migliaia di visitatori a raggiungere la Lombardia per concedersi una passeggiata sulle acque del meraviglioso lago.
L'artista suggerisce di compiere il percorso scalzi per gustare al meglio la meraviglia di un'esperienza unica nel suo genere.
La località è stata presa d'assalto da turisti provenienti da tutto il mondo e fra loro non potevano mancare nomi illustri del calibro di Michelle Obama. 
Sono tanti i nomi e i volti che circolano in questo momento per i luoghi investiti da questa straordinaria ondata di visitatori, c'è chi giura di aver visto Madonna, Johnny Depp e Brad Pitt. I ben informati fanno inoltre sapere che proprio quest'ultimo è ospite in una lussuosa villa della zona.
L'attrazione resterà aperta fino al 3 luglio, sebbene in molti sperano, che dopo l'enorme successo riscosso, le date possano essere modificate, permettendo a chi non ha potuto godere ancora di questa meravigliosa esperienza raggiungere la località.  A essere sinceri anch'io spero che i tempi dell'esposizione possano essere protratti, mi piacerebbe molto  cimentarmi in questa straordinaria traversata, magari proprio al crepuscolo...

martedì 21 giugno 2016

Il made in China uccide

In un paese come il nostro dove il tasso di disoccupazione è in crescita e il reddito pro capite diminuisce sempre di più, bisogna prendere consapevolezza di un grande problema chiamato Made in China.
Comprare prodotti fatti in China indebolisce la nostra economia e mentre la popolazione italiana stenta a raggiungere il livello minimo di sussistenza altri paese si arricchiscono.
Cosa fare?
La risposta è semplice: BISOGNA RISCOPRIRE IL MADE IN ITALY.
Qualcuno avrà da obiettare che i prodotti italiani costano un po' in più, ma anche a questo c'è una risposta e l'unica vera grande spiegazione alla differenza di prezzo risiede nella qualità della merce acquistata.
Siete mai stati in un negozio di cinesi? 
Vi siete mai resi conto della puzza di plastica e di petrolio che si respira in quei posti? Direi che è paurosa!
Anche vivendo in una piccola realtà cittadina ho vicino casa dei negozi di prodotti 100% cinesi e a dire il vero non ne vado fiera.
Conosco persone che per aver acquistato dei cappelli sono finiti in ospedale. Non sto scherzando. Il classico berretto con visiera acquistato in un negozio di cineserie è risultato essere fabbricato con componenti tossici, un laboratorio di analisi ha certificato la presenza di materiali nocivi nella composizione del tessuto e la persona in questione ha visto venir via dalla propria testa una quantità decisamente preoccupante di capelli!
La guardia di finanza ha sequestrato il negozio in seguito alla vicenda e persino la merce contenuta all'interno disponendo ulteriori accertamenti. Stessa sorte è capitato a una signora che abita in un paese vicino al mio, finita in ospedale con un shock anafilattico per aver indossato un abito acquistato dai cinesi.
Cosa accade nella fabbricazione delle cosiddette cineserie?
E' sicuramente vero che ci sono prodotti cinesi fabbricati secondo etica seguendo l'impronta data dai grandi marchi e ci sono i prodotti cinesi realizzati in economia che finisco sulle bancarelle dei mercati di tutto il mondo e nei negozi cinesi che troviamo ormai sparsi in tutte le località.
Una volta ho visto in tv un programma realizzato dalla Rai, in cui veniva denunciata una marca di rubinetti che produceva questi prodotti in Cina, in seguito a delle segnalazioni la guardia di finanza ha scoperto che venivano realizzati con materiali di riciclaggio, ma senza effettuare una selezione per cui i rifiuti speciali venivano ugualmente fusi e utilizzati per la realizzazione di tanti oggetti, tra cui anche giocattoli per bambini.
Se ci pensate bene questo spiega come mai i prodotti cinesi costino così poco, oltre alla manodopera, infatti, anche i materiali impiegati sono a bassissimo costo, proprio perché non ne viene testata la sicurezza.
Personalmente evito di acquistare prodotti provenienti dalla Cina, non perché sia ricca e possa permettermi di spendere più soldi per l'acquisto delle cose, ma per semplice buonsenso.
Sono disoccupata e anche mio marito lo è. La mia personale visione della situazione è sicuramente razionale e mi piacerebbe riuscire a farvi capire il punto di vista corretto.
In Italia c'è molta disoccupazione perché non ci sono imprese che assumono e in effetti non ci sono imprese che assumono perché il made in Italy non esiste più, esiste il made in Chine e i pochi artigiani o le poche imprese serie che producono in Italia e che danno lavoro agli italiani devono tutti i giorni combattere con una concorrenza spietata. Se tutti comprassero il made in Italy le nostre imprese produrrebbero di più e avrebbero più bisogno di operai e quindi crescerebbe l'occupazione.
E' una cosa semplice da capire, non ci vuole una laurea in economia per rendersi conto della drammaticità della situazione!
E' sicuramente vero che occorrerebbero dei provvedimenti seri anche da parte del Governo, volto a garantire delle agevolazioni fiscali alle imprese che decidono di assumere italiani e che scelgono di produrre nei confini della nostra penisola. Purtroppo il nostro 'First Man' Renzi al posto di pensare a rilanciare l'economia e a creare posti di lavoro pensa alle Olimpiadi e a come finire sulla prima pagina dei quotidiani internazionali, non penso si sia mai visto un capo del Governo così Narcisista!
Si dice che in passato Luigi XIV, ovvero il Re Sole" pronunciò la frase  "L'État, c'est moi!" (Lo Stato sono io), ma stiamo parlando di un sovrano noto per aver instaurato una monarchia assoluta accentrando tutti i poteri dello Stato nella propria persona... sinceramente, scusate il paragone, ma è l'unica personaggio storico che per eccentricità si possa paragonare al nostro Presidente del Consiglio!
Tornando al made in Italy, posso solo aggiungere che se la tutela dei nostri prodotti non viene dalla classe politica al potere dobbiamo cercare noi cittadini di tutelarlo per il bene della nostra salute e del nostro paese.
Scegliere di comprare prodotti italiani è importante per il rilancio della nostra economia e per combattere la dilagante disoccupazione. Comprate merce italiana, ogni volta che potete, comprate ai saldi, comprate quando sono in offerta o semplicemente comprate 1 prodotto italiano buono al posto 2 prodotti cinesi di pessima qualità...

Io scelgo il made in Italy, fatelo anche voi, perché il made in Chine ci sta uccidendo!



lunedì 20 giugno 2016

Raggi - Appendino: I 5 stelle conquistano l'Italia


Fuori da ogni pronostico, dopo pochi anni dalla nascita del Movimento 5 stelle, l'Italia si schiera con due candidate pentastellate, così due giovani professioniste conquistano rispettivamente la capitale e quella che in passato lo fu!
Roma e Torino dimostrano di essere le roccaforti di un'idea di politica nuova, fatta di meritocrazia e di serietà.
Dopo le tristi vicende che hanno caratterizzato la storia di Roma, arriva una donna di legge al potere, pronta a stravolgere l'andazzo politico che ha ridotto quel che resta di un grande impero in una città abbandonata a se stessa.
In tempi non sospetti Piero Fassino ex sindaco di Torino disse "Grillo se ha da ridire sul mio operato faccia una lista e venga a prendersi il comune!" Oggi quella profezia che egli stesso aveva enunciato si è avverata e Chiara Appendino esponente del Movimento 5 stelle è il nuovo sindaco di Roma.
Questa è forse la prova che gli italiani si sono finalmente svegliati dopo anni di sudditanza?
Forse è troppo presto per dirlo, ma sicuramente la gente è stanca di tante, forse troppe tirannie da parte di una classe politica che tutela solo i propri interessi e quelli di una ristretta cerchia di amici.
A Milano trionfa l'uomo di Expo, sebbene esponente del PD, ma pensandoci bene forse anche in questo caso si può parlare di trionfo della meritocrazia perché nessuno può mettere in dubbio il successo della manifestazione messa in piedi l'anno scorso da Sala.
A Napoli è stato riconfermato De Magistris, mentre a Bologna Merola.
Il centrodestra conquista Trieste con Dipiazza, a Crotone la lista civica regala la vittoria a Ugo Pugliese.
A Brindisi trionfa il centro con Angela Carluccio, mentre Varese sceglie Galimberti.
La star di queste elezioni comunali è sicuramente Virginia Raggi, finita sui quotidiani di tutto il mondo per essere la prima donna eletta sindaco della capitale, per essere ora responsabile di una città molto più popolosa di alcune piccole nazioni.
67,15 % è la percentuale di voti ottenuta dalla candidata del Movimento 5 stelle, contro i 32,85% recuperati dal candidato PD, i dati parlano chiaro, Giacchetti è stato addirittura doppiato.
Cosa non ha convinto del candidato del Partito Democratico?
Roberto Giacchetti dal 2003 è vicepresidente della Camera dei Deputati, un incarico molto importante, ma ha solo un diploma di liceo scientifico.
Di professione è giornalista, ma inizia il suo percorso politico nel 1979 con i Radicali, nel 1989 passa ai Radicali Trasnazionali e poi a Verdi. Nel 2001 si unisce alla Margherita di Rutelli (proprio ex sindaco di Roma) e nel 2007 entra nel PD.
Dopo questo breve ritratto del passato politico di Giacchetti forse possiamo capire perché i romani abbiano preferito un volto nuovo, una giovane professionista laureata in giurisprudenza all'Università di Roma Tre, con una carriera politica iniziata nel 2011 proprio con il Movimento 5 stelle quando, con 1525 preferenze, è stata eletta consigliera comunale.
Il leader della Lega, Matteo Salvini, ribadisce che la sconfitta del PD in queste elezioni comunali sancisce il malcontento degli italiani nei confronti di Matteo Renzi, un capo del Governo mai eletto, ma imposto dalla classe politica al potere.
Se sia vero o meno staremo a vedere, naturalmente Renzi, come ogni politico che si rispetti, prende le distanze da queste sconfitte, riservandole ai candidati e non al PD. Come si suol dire 'la colpa è sempre degli altri', peccato che i candidati li ha scelti proprio il PD!


sabato 18 giugno 2016

L'ex moglie di Johnny Depp in caduta libera

Ormai alterno notizie di interesse nazionale a semplice gossip, perché a quanto pare i lettori vogliono anche questo!
Non c'è pettegolezzo più cliccato di quello relativo a Johnny Depp e alla ragazzina che è riuscita prima a portarlo all'altare e poi a sbatterlo fuori di casa!
Se Amber Heard ha salito in fretta le scale del successo grazie a un matrimonio che ha saputo dargli celebrità, c'è chi giura che "finito il legame, finita la carriera"!
A quanto pare l'attrice avrebbe dovuto prendere parte a un progetto cinematografico molto importante ovvero Justice League, il film che vede riuniti supereroi del calibro di Batman, Superman e Acquaman.
Stando alle ultime indiscrezioni pubblicate sul sito Tmz, la Warner Bros non sta cercando una sostituta, ma per il momento la Heard non è richiesta sul set. 
I portavoce della ragazza fanno sapere che il motivo di questo rinvio della prova costume è dovuto al fatto che lo stress ha debilitato l'attrice. Amber apparirebbe infatti nettamente fuori forma e secondo i ben informati starebbe frequentando assiduamente un noto psicologo!
Cosa accadrà adesso?
Siamo sicuri che il regista Zack Snyder sia disposto ad aspettare che la Heard ritorni al suo peso ideale?
Le riprese del film sono iniziate a Londra l'11 aprile, dopo più di due mesi una produzione cinematografica si ferma per un'attrice che al momento risulta indisposta?
Sembra tutto molto strano!
I maligni hanno sottolineato l'importanza nella carriera della ragazza del matrimonio con una star del cinema mondiale, secondo i rumors una volta troncato il legame l'attrice tornerebbe nell'anonimato da cui proveniva, per cui forse la produzione sta cercando qualcosa di meglio!
Intanto l'udienza prevista per il 17 giugno è stata rinviata al 15 agosto, in quella data si discuteranno in tribunale le vicende degli ormai ex coniugi Depp.
Intanto Johnny resta alle Bahamas in attesa di riprendere il tour degli Hollywood Vampires, band con cui sta girando il mondo in tournée in qualità di chitarrista.
L'opinione pubblica si divide tra chi sostiene le motivazioni dell'attrice e chi crede nell'innocenza di un divo la cui fama di uomo dal cuore d'oro lo precede ovunque.
Generosità e sensibilità sono doti universalmente riconosciute al pirata più famoso del mondo, staremo a vedere se realmente l'attore è capace di essere nella vita Dottor Jekyll e Mister Hyde oppure se dietro a questo divorzio c'è qualcosa di più!
Numerosi vip giurano che l'artista è in realtà vittima di un complotto a scopo di lucro e a dire il vero i presupposti ci sarebbero tutti, ma come sempre spetta alla giustizia emettere l'ardua sentenza.