Translate

martedì 5 gennaio 2016

50.000 euro per comprare un posto di lavoro nel settore pubblico

Mentre l'Europa evidenzia la crisi italiana su tutti i settori il nostro Renzi continua a lanciare bufale su una fantomatica ripresa che solo lui e le persone del suo entourage vedono... 
Allora eccomi pronta a raccontare qualche altro nuovo aneddoto, tutti elementi chic di un'Italia alla deriva... La proporzione che verrebbe da fare sarebbe:
Renzi sta all'Italia come Schettino sta alla Concordia... In effetti entrambi hanno fatto gli interessi propri e il popolo caprone ha continuato a osannarli (se ricordate bene Schettino fu invitato a tenere una lezione all'università sulla gestione del panico e delle situazioni di emergenza, Renzi continua a essere acclamato da qualche demente sostenitore).
Il nostro Renzi sostiene di aver segnato una svolta epocale nella storia italiana, ma mentre le banche mangiano i risparmi della gente e la sua protetta piagnucola per la figuraccia del paparino, quelli come me sono in mezzo a una strada, senza lavoro, senza stipendio, senza una via d'uscita.
E' di qualche giorno la notizia che alcuni personaggi della vecchia politica italiana ancora in auge vendono i posti di lavoro per 50.000 euro. 
Non sto scherzando, vi giuro che non sono mai stata più seria...
Mi è giunta voce che per 50.000 euro è possibile comprare un posto di lavoro in un ente pubblico non economico dello Stato, un ente che in realtà ha fra le sue funzioni proprio quello di esercitare un controllo sulla circolazione di cose e persone e un' attività di prevenzione e contrasto degli illeciti di natura extratributaria... 
Mi viene spontaneo avere qualche riserva sull'attività svolta da questo ente se il suo personale viene reclutato in modo illecito fra chi ha le conoscenze tali da accedere a questo squallido mercatino del lavoro!
Già sapevo di persone che hanno comprato un posto di lavoro in questo ente trasferendosi dall'oggi al domani a Milano, senza aver mai fatto concorsi e senza aver mai sostenuto alcun tipo di selezione, a distanza di qualche anno ora si sa anche la cifra che viene chiesta per essere "arruolati"! 
Naturalmente la compravendita continua e proprio in questi giorni è arrivata la nuova ondata di offerte!
Non credo che i nostri vertici statali siano allo scuro di questa situazione, perché se si tratta di posti pubblici la mela marcia deve per forza far parte del settore, ma si sa come vanno queste cose: uno ci mette la faccia e il resto divide il bottino!
Mio nonno diceva "Il pesce inizia a puzzare dalla testa" e aveva ragione perché è dai vertici che parte la corruzione.
Al nostro Renzi farà piacere sapere che mentre lui festeggia l'entrata in borsa della Ferrari guidata da uno che ha distrutto la Fiat sebbene avesse avuto infiniti contributi e sovvenzioni da parte dello Stato, mentre quello che dovrebbe essere la massima carica dello Stato festeggia uno che ha portato la maggiore azienda italiana all'estero lasciando migliaia di persone senza lavoro, le persone comuni aspettano un'occupazione che non arriverà, perché malgrado le cazzate che è abituato a reclamizzare, i segni di ripresa sono del tutto inesistenti!
Mentre i nostri politici sono in vacanza e aspettano l'arrivo della befana che riempirà le loro calze e quelle dei loro familiari, io e decine di altre persone non avremo nemmeno calze da appendere, perché anche quelle che portiamo ai piedi in questo momento sono piene di buchi e di rattoppi!
Aspetto da 2 mesi un'indennità di disoccupazione che non arriva, mio marito non lavora e non percepisce alcuna forma di sostegno al reddito, siamo in una situazione miserevole, eppure la tv continua a prenderci per il culo lanciando falsi messaggi e trasmettendo un ottimismo verso un futuro che in realtà non possiamo permetterci di avere.
Cosa vorrei dalla Befana stasera, carboni ardenti per tutti coloro che sono responsabili delle mie sofferenze e di quelle di tanta gente onesta che vive sulla soglia di una povertà che non merita...
Sogno carboni ardenti o forse anche focolai per ardere colui che vende a 50.000 euro i posti di lavoro che spetterebbero invece a chi come me ha studiato con sacrificio conseguendo una laurea con cui attualmente in Italia ci si può solo pulire il culo!