Translate

venerdì 22 gennaio 2016

Come combattere la muffa

Le avverse condizioni climatiche degli ultimi giorni hanno fatto in modo che la muffa all'interno del mio piccolo appartamento si sia estesa così mi sono adoperata per porvi rimedio.
In passato avevo cercato di combatterla usando la candeggina, solo a distanza di anni ho scoperto che a differenza di quanto mi era stato suggerito la candeggina non riduce la muffa, ma ne maschera semplicemente la presenza per un periodo di tempo limitato.
Cercando fra i rimedi di un tempo, ho scoperto che la muffa è molto sensibile a una cosa molto semplice da usare: il bicarbonato di sodio.
Avete capito bene, sto parlando della polverina bianca che generalmente usiamo in cucina per ammorbidire i legumi o per lavare le verdure.
Le proprietà del bicarbonato di sodio sono molteplici e se facciamo un passo indietro nella storia notiamo come questo straordinario elemento sia stato usato nel tempo in diversi ambiti portando a risultati straordinari in ogni suo impiego...
Allora vi spiego come dovete procedere per eliminare le macchie di muffa e di umidità sui vostri muri:
- Prendete una spugna da cucina (una di quelle che ha una parte abrasiva e una parte liscia)
- Rimuovete la muffa dal muro aiutandovi con un sapone disinfettante (io ho usato il Lisoform)
- Risciacquare la spugna e ripassarla sul muro per rimuovere le tracce e il profumo del disinfettante
- Lasciare asciugare la parete per qualche ora, magari arieggiando il locale
- Preparare una soluzione di acqua, bicarbonato e sale (io l'ho preparata mettendo acqua tiepida in una bacinella e aggiungendo 1 cucchiaio colmo di bicarbonato e un cucchiaino di sale da cucina ogni litro di acqua
- Passare la soluzione sulla parete e lasciare agire la soluzione per 1 giorno e 1 notte, se volete dopo aver fatto trascorrere il tempo necessario potete risciacquare la spugna e passarla nuovamente sulla parete rimuovendo la soluzione antimuffa (a essere sincera, io non l'ho rimossa )
Questo procedimento consente di far regredire la muffa e per evitare che ritorni bisognerebbe ripetere tutto il procedimento ai primi segni di ricomparsa fino a estirpare definitivamente il fungo.
Se come me stentate ad arrivare alla fine del mese e non potete permettervi di imbiancare nuovamente le pareti del vostro appartamento provate il vecchio rimedio della nonna e in modo naturale ed ecologico riporterete il bianco candido sulle vostre pareti...
Buon lavoro a tutti e mi raccomando non perdetevi d'animo, vi assicuro che la muffa va via!