Translate

lunedì 29 febbraio 2016

Tagli alla sanità e alla dignità delle persone!

Il declino dell'Italia non si arresta e mentre i politici ingrassano la povera gente vede negata anche la possibilità di curarsi in caso di malattia o di problemi di salute.
Il governo ha previsto un ulteriore taglio alla sanità pari a 8 miliardi di euro da attuarsi in 4 anni.
Secondo il ministro della salute Beatrice Lorenzin,  un numero molto consistente di prestazioni sanitarie (208 per la precisione) devono essere pagate dai cittadini italiani, perché lei e il nostro governo le ritengono "non necessarie".
Nell'elenco delle prestazioni che gli italiani dovranno pagare di tasca propria, per coprire le spese fatte dalla politica negli anni, troviamo di tutto: dall'estrazione dei denti alla ricostruzione, dalla radiologia diagnostica alle risonanze e tomografie, dalle prestazioni di laboratorio come l'esame del colesterolo alla medicina nucleare e agli esami di genetica. 
Purtroppo è davvero vergognoso! Il governo italiano continua a raccattare clandestini e profughi da tutte le parti per una spesa complessiva di milioni di euro e taglia la sanità a chi in questo paese è nato e vorrebbe viverci onestamente senza vedersi spogliato di diritti inviolabili.
La sanità è un settore molto importante e in un paese civile ci si aspetterebbe di vedere al comando qualcuno del settore, di sanità dovrebbe occuparsi un medico perché conosce l'ambito di competenza, conosce le carenze e le necessità... Se non volessimo avere un medico a capo della sanità dovremmo aspettarci un manager o comunque qualcuno che abbia alle spalle degli studi in grado di apportare importanti e fondamentali modifiche alla gestione dell'intero sistema... A capo della sanità italiana abbiamo il ministro Beatrice Lorenzin, il cui livello di istruzione si ferma alla maturità classica e da una persona che dai libri di scuola ha appreso solo materie umanistiche gli italiani devono vedersi ridurre le prestazioni sanitarie! 
Non so se vi rendete conto della gravità della cosa. 
Centinaia di italiani,  che vivono sulla soglia della povertà percependo redditi minimi, non potranno più curare le carie dei loro denti, fare analisi di routine, fare analisi diagnostici e tanto altro ancora, perché tutto sarà a pagamento. Secondo voi, un padre di famiglia fra mettersi a posto un dente o fare la spesa per la famiglia, cosa sceglierà?
Da calabrese e da disoccupata posso dire che la situazione è davvero disastrosa. 
La Calabria è una regione in crisi, in ginocchio da sempre, ma ora più che mai sull'orlo di un baratro.
La popolazione vive di stenti, non perché non ha voglia di lavorare, ma perché è abbandonata da un governo che da noi vuole riscuotere solo tasse, imposte e contributi!
Sapevate che la Calabria è la regione più povera in Italia e che in Europa solo alcune zone di Polonia, Romania e Grecia sono in condizioni peggiori?
Il triste primato è stato ribadito dai dati Eurostat secondo il quale il Pil procapite dei calabresi è più alto solo di Swietokrysky in Polonia, della regione Sud-est della Romania e  di Anatoliki Makedonia in Grecia.
Non c'è una soluzione se non quella di abbandonare queste terre, ma poi per cosa? Privarsi dell'affetto dei propri cari per cercare di avere una dignità sociale in un paese che non ci appartiene...
La soluzione al disagio che purtroppo continua a seviziare la popolazione calabrese non arriva dai governi che si succedono al potere e mentre da un lato vengono ridotte le tasse sulla prima casa dall'altro si permette alle banche di espropriare, se da un lato c'è l'illusione di una ripresa dall'altra viene negata ai cittadini la possibilità di accedere al servizio sanitario nazionale. Si stanno ledendo tutti i diritti inviolabili dei cittadini, non c'è lavoro, non c'è giustizia, non c'è nulla per la gente comune. Il Parlamento è impegnato a discutere sulle adozioni da parte di genitori gay, mentre ai nostri figli si nega la possibilità di un futuro, la possibilità di prevenire malattia e la possibilità di avere un lavoro onesto. A me personalmente il governo ha tolto persino la voglia di vivere...
Vergogna Italia e svegliatevi italiani, perché la nostra terra e i nostri soldi se li stanno godendo un branco di lupi affamati di potere.