Translate

martedì 16 agosto 2016

Johnny Depp tra dita amputate e video sapientemente montati

E' di oggi la notizia che Johnny Depp, all'inizio del travagliato matrimonio con la ragazzina dalla sessualità confusa, avrebbe amputato una falange del proprio dito per immergerla nella vernice e scrivere su un muro insulti rivolti alla ex moglie e all'attore Billy Bob Thornton! Non sto scherzando, anche se questo racconto va oltre ogni immaginazione, suppongo la Heard dovrebbe tentare la carriera di regista, non di attrice, sicuramente avrebbe dei risultati migliori senza sfruttare l'immagine dell'ingenuo ex  marito per farsi strada verso il successo.
Se qualcuno non conosce Billy Bob Thornton, posso dirvi che è semplicemente il protagonista del film "Babbo bastardo" o meglio, il Babbo Natale beone che perennemente alticcio combina guai nell'immaginario degli ingenui bambini.
Forse la Heard ha preso spunto da quel film per descrivere quella che sarebbe stata la sua vita coniugale con un mostro sacro di Hollywood, celebrità che la ragazzina insipida non smette mettere in ridicolo, raccontato tante storie forse un po' troppo romanzate.
I dubbi sulla veridicità delle sue articolate versioni sorgono spontanee anche guardando il famoso video che testimoniano (a suo dire) la presunta violenza...
Vi invito a visionare il "cortometraggio" perché questo pare sia, sul sito di TMZ, in cui compare una Johnny Depp in casa che dà qualche colpo a un anta di un armadietto che non si chiude, che cerca una bottiglia di vino, che lascia cadere un bicchiere e che nel momento in cui si accorge che la Heard lo sta registrando col telefono nascosto chiede spazientito se il cellulare è acceso e riprende quella che avrebbe dovuto essere la sua privacy fra le mura domestiche!
Se avete seguito il mio suggerimento e avete visto il video, non potete non aver notato che la Heard cerca di nascondere il telefono ogni volta che Johhny si avvicina e che è stato posizionato in un punto in cui c'è un ottimo raggio per le inquadrature. Cosa vi fa pensare questo? Tutto è stato studiato nei minimi dettagli e la regia ha posizionato l'improvvisata macchina da presa prima dell'arrivo del protagonista poi sapientemente spronato a perdere la pazienza. Se notate Depp dice "Tu sei pazza, tu sei pazza", ma non c'è una frase o qualcosa nel video che precede questa affermazione, quindi è palese che il video è incompleto, ovvero è stato montato da mani esperte per far apparire un uomo in una veste che forse non gli è consona, perché alla fine non ha colpito la sua provocatrice, ha solo sfogato il suo senso di disagio in una situazione fastidiosa, senza ledere l'integrità fisica di nessuno.
Che fosse ubriaco è comunque da stabilire, forse un po' alticcio e incazzato, quello sicuramente sì, ma non sappiamo cosa c'è stato prima di quelle riprese rubate con presunta premeditazione.
La cosa che sicuramente incriminerebbe la Heard è la sua estraneità alle diffusioni delle  immagini poiché girate dal suo cellulare e  dal suo telefono uscite sicuramente non da sole!
Le mie osservazioni possono essere messe in discussione, ma se provate a ragionare su quel video e sull'intera vicenda vi renderete conto che forse la Heard ha davvero tantissimo da guadagnare da questa vicenda e forse aver tradito la propria inclinazione sessuale sposando un uomo etero è stato un sacrificio necessario per ottenere tutto quello che questo momento (per lei magico a livello di fama e visibilità) le sta regalando!
Chi di voi non ha mai perso la pazienza se stuzzicato in un momento di debolezza?
Il mio bisnonno un assiduo giocatore di carte, durante una partita rispose a una provocazione alzando il bastone e colpendo l'avversario che l'aveva deriso e umiliato.
Sinceramente questo non fece di lui un criminale, anzi la stessa vittima dopo qualche tempo presentò le sue scuse per aver esagerato con l'ironia in un momento della vita difficile per un uomo anziano.
Io stessa distrussi un cellulare dopo aver litigato al telefono con una persona incredibilmente maleducata.
L'ira fa parte della natura umana, sta poi a ognuno di noi cercare di domarla e nei momenti di lucidità è normale, ma se posti a continua pressione allora l'impresa diventa ardua e si finisce per diventare lo zimbello di chi ha scelto con cura un bersaglio in bilico.
Staremo a vedere chi fra Amber e Johnny è la vera vittima!
Il tribunale di Los Angeles è chiamato a giudicare l'intricata vicenda, ma invito tutte le menti pensanti a rimuginare sulla questione e a valutare ogni aspetto, perché è facile condannare, ma non è sempre lecito farlo.
Io sono con Johnny, il favoloso eroe che nei panni di Jack Sparrow fa visita ai bambini malati in ospedale, è lui che vedo in quel video, non il mostro che è stato dipinto.